In partenza per le vacanze? Vi ricordiamo che l’Istituto offre il servizio di CUSTODIA DELLE CHIAVI ai clienti di pronto intervento e servizio ispettivo.  Per chi non ne usufruisce abitualmente, possiamo  attivare la custodia limitatamente al periodo in cui sarete lontani. Il sevizio segue una procedura specifica che definisce chiaramente i criteri di gestione degli strumenti di accesso alle proprietà (chiavi, tessere magnetiche o telecomandi). Da quest’anno inoltre ci avvaliamo di una nuova tecnologia appositamente studiata per questo servizio: la tecnologia RFID

 

COME FUNZIONA IL SERVIZIO:

 LA TECNOLOGIA “RFID” UTILIZZATA

 

Abbiamo studiato una soluzione che rendesse sempre più sicura la gestione delle chiavi. Il progetto da noi proposto è stato studiato con la collaborazione di un polo universitario e poi sviluppato e perfezionato con una società italiana di sviluppo progetti speciali e start up.

Ogni chiave che ci viene consegnata viene collegata tramite un cavetto in acciaio ad una targhetta con un codice adesivo. Il cavetto di acciaio permette ad ogni chiave di essere attaccata in modo del tutto sicuro nell’apposito spazio all’interno di valigette realizzate ad hoc per lo sviluppo del nostro progetto.

Si tratta di valigette “rugged”, ovvero progettate per essere ultra resistenti in qualsiasi ambiente e negli utilizzi più disparati.

Le valigette sono conservate in un armadio blindato in un’area dedicata a questo servizio.

Ogni volta che una valigetta viene portata fuori per il servizio e ad ogni rientro, viene fatta passare all’interno di un macchinario che rileva in tempo reale la presenza e l’esatta ubicazione di tutte le chiavi.

Questo controllo viene effettuato all’inizio e alla fine di ogni turno di servizio.

L’esito di questo controllo, che avviene tramite la tecnologia RFID, viene letto ed archiviato attraverso il software realizzato per il progetto.

Questo tipo di controllo è possibile grazie al fatto che il codice adesivo apposto sulla targhetta di ogni chiave genera un campo elettromagnetico che permette al macchinario di controllo di rilevarlo. Le valigette sono state realizzate in modo da evitare l’assorbimento del campo elettromagnetico da parte dei cavi di acciaio.

 

 

 

LA PROCEDURA SEGUITA

 

La procedura per la gestione delle chiavi dei clienti segue i criteri definiti nel nostro manuale della qualità nel rispetto della   NORMA UNI EN ISO 9001:2015, definendo esattamente:

  • le modalità di prelievo e di restituzione delle chiavi
  • le modalità di controllo
  • i documenti di supporto a tale procedura.

Quando vengono consegnate le chiavi da parte di un Cliente, viene contestualmente compilato un modulo che definisce la consegna e  la restituzione.

Al momento della restituzione delle chiavi al Cliente, anche se provvisoria, si effettua il riconoscimento della persona e  si compila  l’apposito modulo Ritiro/Restituzione chiavi.

Se la persona che richiede le chiavi  non  è il firmatario del contratto, è necessario avere l’autorizzazione a procedere da parte dell’intestatario, altrimenti non è possibile procedere con l’operazione.

La gestione di tutte queste operazioni viene registrata sul modello “MOD. Gestione chiavi”.

 

Potrebbero essere più al sicuro le tue chiavi?

 

 

 

ATTENZIONE: Su alcuni portali di ricerca lavoro sono state pubblicate proposte per l'assunzione di personale nelle quali è stato indicato indebitamente il nome della nostra società. Nelle inserzioni si invitano gli interessati ad inoltrare curriculum vitae e ulteriori documenti personali. Siamo del tutto estranei a questi messaggi.
Vi ricordiamo che l'unico canale utilizzabile per la presentazione delle candidature all’istituto di vigilanza "La Lince della Gi.Vi srl" è il nostro sito web (https://vigilanzalalince.it/) nella sezione
"LAVORA CON NOI"
+